Attrezzature e materiali di consumo per le industrie manifatturiere

Come saldare le lamiere evitando l’ossidazione del bagno

Scritto da Monia Bianchet il 30-nov-2017 11.00.00
Monia Bianchet

FibackAquasolPer garantire la piena penetrazione della saldatura, spesso è necessario girare i pezzi da saldare.

Come potete immaginare, la manovra di movimentazione del pezzo, oltre al tempo necessario per l'operazione, comporta spesso non poche difficoltà e può portare ad una saldatura di bassa qualità.

Per ovviare a questo problema, vengono solitamente impiegati dei supporti ceramici, che consentono una piena penetrazione della saldatura, eliminando la necessità di girare i pezzi. 

Purtroppo, però, questi supporti hanno alcuni limiti importanti. Il primo e più importante limite è la loro rigiditàche obbliga l'azienda a dotarsi di supporti di svariate forme e dimensioni per coprire più casistiche possibili e comporta spesso il rischio di ossidazione del bagno (con conseguente compromissione della qualità della saldatura). 

L’unico prodotto che consente di effettuare la saldatura da un solo lato, a piena penetrazione e senza ossidazione è il nastro adesivo con fibra di vetro.

In questo articolo vedremo le caratteristiche del nastro Fiback Aquasol e lo metteremo a confronto con i supporti ceramici, cercando di mettere in luce i vantaggi offerti dal nastro.

Indice degli argomenti:

I supporti ceramici

Per saldare lamiere sottili (come 16mm) senza dover/poter riprendere a rovescio la saldatura, si utilizzano solitamente dei supporti ceramici.

Infatti, il supporto ceramico consente l’esecuzione della passata di fondo cianfrino o di una passata unica su lamiere di spessore sottile, senza dover effettuare la ripresa della saldatura a rovescio (cioè dall’altro lato del pezzo).

Inoltre, per le sue caratteristiche (è costituito da “cordierite” - alluminio-silicato di magnesio) il supporto ceramico non contamina il pezzo da saldare, non inquina il bagno di fusione e non sviluppa fumi nocivi.

I vantaggi del supporto ceramico sono numerosi, come l’ausilio nell’esecuzione di saldature più veloci e qualitativamente migliori; tuttavia, questi supporti presentano alcune importanti limitazioni e inefficienze.

Uno dei limiti maggiori è la poca flessibilità: nonostante i supporti ceramici siano prodotti in diverse misure, diametri e forme, non sono sempre in grado di adattarsi al tipo di saldatura da realizzare. Può succedere, ad esempio, che la saldatura da realizzare presenti curve o sia irregolare e il supporto ceramico non possa adattarsi.

Per ovviare a problemi di forma e adattabilità, la soluzione ideale è il NASTRO IN FIBRA DI VETRO (FIBACK), e in particolare quello prodotto da AQUASOL, azienda americana leader nella produzione di molteplici sistemi a supporto della saldatura.

Nastro in fibra di vetro Fiback Aquasol

 

Il nastro in fibra di vetro Fiback Aquasol 

Fiback Fiberglass Weld Backing Tape è un innovativo sostituto dei metodi tradizionali di isolamento dall’ossigeno della parte da saldare: consentendo di proteggere la parte stessa dai danni della saldatura, garantisce un ottimo risultato finale.

Fiback è flessibile, resistente alle alte temperature e privo di alogeni e fluorocarburi. Queste caratteristiche lo rendono una soluzione completa per saldare piastre, lamiere sottili e tubi.

Il nastro è composto da:

  1. due zone laterali di adesivo,
  2. una zona centrale di fibra di vetro, resistente al calore fino a 550 °C e ad applicazioni fino a 600 Ampere.

Adatto per saldatura con processo TIGMIG SMAW (stick) Fiback si adatta a varie forme rendendolo decisamente migliore delle soluzioni rigide di cui abbiamo parlato prima.

Le soluzioni rigide, infatti, creano punti di cricca fra i pezzi che tendono a rompersi e a creare canali liberi per la fuoriuscita dei gas della saldatura, compromettendo la qualità della saldatura finale e del riempimento del cianfrino.

Riassumendo, Fiback Aquasol:

  • riduce il tempo di set-up (posizionamento dei supporti sui lembi),

  • riduce la pulizia della parte saldata,

  • elimina le operazioni di molatura o scriccatura dopo la saldatura,

  • aumenta l’efficienza del processo di saldatura,

  • garantisce un’ottima qualità della saldatura,

  • minimizza i costi di processo.

Vi sono due tipologie di nastro:

  • Fiback 200 AMP - Per saldature leggere
    Questo nastro è indicato per spessori sottili e materiali come alluminio, acciaio al carbonio, ghisa, nickel, leghe al cobalto, e altro.
    Viene spesso utilizzato nelle carpenterie leggere, nella produzione di recipienti a pressione o nei componenti per l’aerospace.
  • Fiback 600 AMP - Per saldature pesanti
    Di solito, questo tipo di nastro viene utilizzato per metalli più pesanti come acciaio inox o acciaio duplex.
    Viene spesso utilizzato nell’industria navale e nella carpenteria pesante e può essere utilizzato anche con sistemi automatizzati.

Caratteristiche e vantaggi

  • Flessibile

Adatto per acciai, acciai al carbonio, inox, duplex e altri metalli. Il tessuto in fibra di vetro e il nastro di alluminio si adattano facilmente alle più svariate e disallineate forme del cianfrino e al tipo di superficie da saldare.

Grazie alla sua flessibilità è possibile manipolare il nastro creando una forma convessa che consente di formare una barriera all’ossigeno nella zona da saldare.

Il suo spessore consistente rende Fiback adatto per applicazioni in lunghezza evitando di interrompersi e, quindi, di far penetrare ossigeno nell’area da saldare, compromettendo la saldatura dei lembi.

  • Alta qualità e sicurezza dei componenti

La mancanza di sostanze alogene e cloro/fluoro carburi consente di creare un sicuro ambiente di lavoro. La composizione della fibra di vetro, infatti, è senza mercurio, antimonio, fluoridi, bromidi, fosforo, solfuro e sostanze analoghe.

Il foglio di alluminio è rivestito da materiale adesivo privo di sostanze acriliche e il tessuto di fibra di vetro non è alterato ma lasciato al naturale.

  • Compatibilità e Applicazioni

Fiback Aquasol è adatto per processi di saldatura tipo SMAW (stick), TIG e MIG.

Ideale per saldature di lembi di lamiere sottili, piastre di largo spessore, cisterne a pressione, tubi di grande diametro, forme circolari e longitudinali e dove non è possibile creare una barriera di ossigeno (anche per elevati costi del gas).

  • Aumento dell'Efficienza e del Risparmio

Elimina la necessità di purificare la zona da saldare dall’ossigeno, aumentando la produttività del processo di saldatura e riducendo il tempo dell’intero processo.

Si ha quindi un risparmio di gas e tempo, consentendo all’operatore di bypassare il riempimento con il gas argon di grandi strutture, come serbatoi in pressione e tubi d’aspirazione.

Il nastro riduce, inoltre, in modo significativo la pulizia della parte saldata dopo la saldatura, evitando operazioni di smerigliatura o scriccatura.

Infine, è compatibile con saldatrici orbitali.

  • Resistenza alle temperature

Resistenza Temperature Fiback Aquasol

  • Altro

Non dovendo girare sottosopra il pezzo da saldare, con il nastro Fiback Aquasol si evitano scomode movimentazioni del pezzo e si procede con la saldatura da un solo lato.

  • Come viene applicato e come funziona

Ecco alcuni esempi di utilizzo reale del nastro:

Esempio 1 utilizzo Fiback Aquasol

Esempio 2 utilizzo Fiback Aquasol

  • Allineamento

Allineare i due lembi da saldare in base al tipo di cianfrino da riempire. Centrare il nastro FIBACK nella parte posteriore del cianfrino.

  • Posizionamento

Manipolare il nastro FIBACK in modo tale da realizzare la forma convessa che consentirà di creare una camera di contenimento del gas di saldatura, evitando di far entrare l’ossigeno.

  • Pressione

Esercitare una pressione sul nastro adesivo ai lati del cianfrino, sopra la base metallica (parte adesiva).

Ricordarsi di togliere la carta di alluminio che riveste la parte adesiva man mano che si procede a fissare il nastro adesivo lungo la base metallica. Questa procedura garantisce al nastro adesivo di non imbrattarsi di detriti o materiale esterno.

Dopo che il nastro FIBACK è stato applicato per tutta la lunghezza della base metallica da saldare, esercitare nuovamente una pressione ai lati esterni per assicurarsi di aver creato una barriera fra il nastro e la base metallica.

  • Saldatura

Cominciare a saldare.

 

Tipologia di prodotti disponibili

Disponibilita prodotti Fiback

Confronto tra Supporti Ceramici e il Nastro Fiback Aquasol

Vediamo nel dettaglio i vantaggi e le differenze fra supporti ceramici e il nastro in fibra di vetro FIBACK AQUASOL:

Contronto Fiback Aquasol VS Supporto Ceramico

 


 Richiedi maggiori informazioni su Fiback Aquasol

Argomenti: Saldatura lamiere

Iscriviti al blog di Bianchet

Iscriviti al Blog

Articoli Recenti