Attrezzature e materiali di consumo per le industrie manifatturiere

La saldatura delle lamiere sottili con tecnica TIG

Scritto da Monia Bianchet il 6-ott-2017 8.30.00
Monia Bianchet

Saldatura a TIGLa saldatura delle lamiere sottili con tecnica TIG è uno dei metodi di saldatura più diffusi. Questa tecnica fornisce giunti di elevata qualità, ma richiede operatori specializzati.

L’abilità dell’operatore è da sempre un elemento indispensabile per l’ottenimento di saldature di alto livello, ma l’innovazione tecnologica può agevolare e semplificare il processo di saldatura a TIG anche per i meno esperti.

A questo proposito, Weldtronic ha prodotto una serie di saldatrici a TIG di nuova generazione che sfruttano, nei componenti hardware e software, le ultime e migliori tecnologie elettroniche. Tutto questo comporta innumerevoli vantaggi in termini sia di qualità nella saldatura, che di facilità nell’esecuzione, che, cosa non meno importante, di efficienza energetica.

In questo articolo, cercheremo di rispondere alle principali domande poste dai nostri clienti sulla saldatura a TIG e vedremo come le saldatrici Weldtronic DSP Genus 300 e Pocki 300 rispondono a queste esigenze. 

  1. È possibile saldare lamiere di spessore sottile (decimi di millimetro) garantendo una qualità sia estetica che meccanica?

  2. Come posso saldare lamiere di alluminio?

  3. Come posso ottenere frequenze elevate anche in pulsato?

  4. E per il risparmio energetico a che livelli siamo?

Alla fine dell'articolo, troverai una tabella riassuntiva delle caratteristiche/differenze delle due saldatrici TIG a tecnologia DSP. 

 

È possibile ottenere saldature di qualità di lamiere di spessore sottile?

Weldtronic DSP Genius 300

Sì, è possibile.

Le nuove macchine TIG DSP (DIGITAL SIGNAL PROCESSOR) di Weldtronic, infatti, sono studiate sia per la saldatura in DC (corrente continua) per tutti i tipi di acciai (modello Pocki 300 DSP) sia per la saldatura in AC (corrente alternata) per alluminio e leghe (modello DSP Genus AC/DC).

Queste macchine sono versatili, flessibili e possono essere personalizzate in base alle proprie esigenze di saldatura.

Vediamo nel dettaglio alcune funzioni/programmi che agevolano la tecnica di saldatura per lamiere sottili. Queste funzioni sono disponibili sia nel modello in DC (cioè Pocki 300 DSP), sia nel modello in AC/DC (cioè DSP Genus AC/DC):

  1. Le micro oscillazioni della mano che impugna la torcia possono causare imperfezioni del cordone sia nel bagno che nel risultato estetico. 

    A questo proposito, per supportare l’operatore nello svolgere una saldatura perfetta è stato sviluppato lo SINERGIC ARC (il TIG anche per saldatori meno esperti). Questa funzione permette di rendere stabile l’arco di saldatura in quanto consente di mantenere costante l’apporto di calore (e quindi il rapporto corrente/tensione) al variare della distanza dall’elettrodo dal materiale durante la saldatura.
  2. Quando sono fondamentali non solo la qualità del bagno, ma anche la finitura superficiale del cordone, è la tecnologia SPECIAL POINT a fare la differenza. 

    Il programma SPECIAL POINT semplifica il processo di puntatura e assemblaggio dei lembi da saldare. Infatti, una vibrazione iniziale dell’arco di saldatura favorisce l’unione delle parti da saldare nella fase iniziale della saldatura e favorisce la chiusura del bagno.

    Questo scenario interessa settori come quello medicale, dove non possono esserci punti di cuspide anche micro in quanto soggetti ad attacchi di ossidazione e/o batteri, o quello automotive, dove la perfezione non solo strutturale ma anche estetica costante dei pezzi diventa un valore aggiunto.

  3. Ci sono delle applicazioni nelle quali servirebbe una corrente regolabile dalla torcia.
    Tuttavia, per motivi di costi e di durata in ambienti heavy duty, non è sempre opportuno avere la torcia già dotata di comandi sulla stessa.

    Per questi casi, è disponibile su queste macchine la funzione UP/DOWN che abilita i comandi torcia: ossia consente di regolare la corrente direttamente dai pulsanti della stessa, senza disporre di una torcia con i comandi.

    La funzione BI-LEVEL sul generatore consente inoltre di avere a disposizione due valori di corrente di saldatura richiamabili dal pulsante torcia, attraverso la selezione di funzioni speciali impostabili dal generatore.


Come posso saldare lamiere di alluminio?

Nel caso di saldatura di lamiere in alluminio (o laddove sia necessario saldare in corrente alternata AC), la saldatrice DSP Genus AC/DC ha la possibilità di selezionare diversi tipi di impulsi per la partenza in AC agevolando la stabilità dell’arco, migliorando la velocità e l’estetica del cordone di saldatura. Questa funzione viene chiamata HOT START AC.

Sappiamo, infatti, che lo stacco iniziale può compromettere la qualità della saldatura, ma non sempre le diverse applicazioni consentono di ottenere una buona qualità, nemmeno con gli hot start esistenti.

Per questo Weldtronic ha pensato ad un HOT START AC per avere la possibilità di operare con 3 diverse modalità di accensione dell'arco di saldatura:

  1. direttamente in corrente alternata cioè in AC,
  2. selezionando il diametro dell’elettrodo utilizzato,
  3. con impulso iniziale sinergizzato con la corrente impostata.

PANNELLO DSP GENUS 300

Come posso ottenere frequenze elevate anche in pulsato?

Weldtronic DSP Pocki 300Valori di frequenza elevati sono fondamentali per la velocità di innesco dell’arco, soprattutto per spessori sottili.

La tecnologia DSP, unita ad una frequenza di pulsato fino a 3000 Hz, permette al Pocki 300 DSP di realizzare saldatura su materiali con spessore fino a pochi decimi di millimetro.

La nuova serie di generatori DSP Genus AC/DC migliora sensibilmente la saldatura in alluminio grazie ad una stabilità e concentrazione dell’arco mai raggiunte in precedenza.

 

E per il risparmio energetico a che livelli siamo?

Le saldatrici TIG DSP (sia Pocki che Genus) di Weldtronic sono state progettate anche per ottenere un’efficienza energetica maggiore del 88% rispetto a quelle di vecchia generazione, questo grazie anche ad un sistema di potenza ad inverter che consente un sensibile risparmio energetico.

 

Conclusioni -  Le Saldatrici TIG a tecnologia DSP

In generale, possiamo dire che le saldatrici TIG a tecnologia DSP sia in DC che in AC sono state progettate mediante la tecnologia di alimentazione dell’arco a “3 livelli” per raggiungere contemporaneamente:

  1. efficienza energetica,
  2. alte frequenze di impulso raggiungibili anche in pulsato,
  3. peso ridotto e volume compatto.

Sono macchine avanzate dal punto di vista tecnologico e contemporaneamente semplici e intuitive da utilizzare.

Molto importante (per non dire fondamentale) è che entrambe le macchine nella funzione DC, comportano una deformazione termica minima del materiale da saldare. Questo perchè durante il processo di saldatura l'apporto termico derivante è largamente inferiore rispetto a quello delle tecnologie precedenti.

Inoltre, sono robuste e affidabili:

  • la struttura è completamente in acciaio, con lamiera di spessore 1,5-2 mm;
  • le schede, disposte all’interno della macchina, sono protette per garantire nel tempo immunità ai disturbi e all’infiltrazione di polvere, e per ottenere un accoppiamento perfetto dei segnali tra le diverse sezioni.

L’interfaccia con l’operatore è intuitiva e ricca di funzionalità, consentendo un comodo accesso ai parametri di processo, una diagnostica rapida e la visualizzazione di tutti i parametri della saldatura in corso.

Il controllo elettronico è interamente digitale, affidato ad un microprocessore in grado di gestire contemporaneamente sia il processo e la comunicazione con l’interfaccia operatore che la parte di potenza vera e propria fino al pilotaggio diretto del driver (core DSP).

La scelta di avere una gestione centralizzata in un unico componente porta a immediati vantaggi in termini di affidabilità e sicurezza, con la possibilità di espandere continuamente le potenzialità del sistema e di personalizzare la macchina secondo le proprie esigenze attraverso la versatilità del controllo full-digital.

 

Riassumendo 

Per risolvere ogni dubbio, in questa tabella, riassumiamo le principali caratteristiche e differenze tra la DSP Pocki 300 DC e la DSP Genus 300 AC-DC.

tabellaTig.png

 


 

Richiedi un Test Drive gratuito delle saldatrici TIG DSP di Weldtronic   

Argomenti: Saldatura lamiere

Iscriviti al blog di Bianchet

Iscriviti al Blog

Articoli Recenti

Articoli per Argomento